LinkedIn è il social network dedicato al lavoro più famoso e più utilizzato al mondo.
Con il passare degli anni è diventato uno strumento fondamentale per la creazione di un network professionale e viene utilizzato, sempre più spesso, dai recruiter delle aziende più importanti per pubblicare le offerte di lavoro e per selezionare i candidati in base alle informazioni presenti nei loro profili.

E’ importante quindi esser presenti su questa piattaforma, creando però un profilo adatto alle richieste dei recruiter.

Ecco quindi 5 regole da seguire per creare un buon profilo su LinkedIn e far colpo sui selezionatori:

1 – Scegli una buona immagine del profilo

LinkedIn è da considerarsi ormai un curriculum virtuale. La scelta della foto del profilo è quindi fondamentale. E’ la tua cartolina di presentazione. Evita immagini artistiche con fiori o paesaggi. Ricordati che non sei su Facebook o Instagram! Evita la fredda immagine della fototessera o in giacca e cravatta. Sii te stesso, professionale, ma te stesso.

2 – Personalizza l’URL del profilo

LinkedIn ti offre la possibilità di creare un URL personalizzata del tuo profilo. La personalizzazione è importante in quanto l’indirizzo risulta facilmente memorizzabile. L’aspetto dovrebbe esser simile a “linkedin.com/in/MarioRossi” dove MarioRossi corrisponde con la personalizzazione. Come farlo? Da Impostazioni> Modifica profilo pubblico> Personalizza l’url del profilo pubblico. Utilizza nome e cognome o viceversa per la scelta del tuo URL personalizzato e non nomi di fantasia.

3 – Utilizza i gruppi

I gruppi su LinkedIn consentono di instaurare dei rapporti di lavoro con i professionisti del tuo settore.
Permettono tal volta anche di scoprire offerte di lavoro o ricerche di profili prima che questi possano diventare pubblici.
Iscriviti nei gruppi appartenenti alla tua “nicchia” lavorativa. Selezionali con cura, non iscriverti senza un criterio ma valuta bene i gruppi più interessanti e che rispecchiano i tuoi interessi.

4 – Collega il tuo profilo a Twitter

LinkedIn ti offre la possibilità di collegare il tuo profilo al tuo account Twitter. Una volta collegato le pubblicazioni effettuate su LinkedIn verranno pubblicate anche su Twitter. In questo modo riuscirai a tenere aggiornati due profili social contemporaneamente.

5 – Aggiungi il tuo profilo LinkedIn al tuo curriculum e alla tua firma dell’email

In assenza di un proprio sito web, l’inserimento del proprio profilo LinkedIn nel curriculum cartaceo o nella firma della propria email può risultare interessante per quei recruiter che volessero approfondire delle informazioni sul vostro presente o passato lavorativo.